giovedì 30 dicembre 2010

BUON ANNO A TUTTI!!!

Pubblicato da Piccini Picciò a 19:20
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post

http://www.youtube.com/watch?v=6Z6FurUHYpc

Una delle canzoni che hanno fatto sognare intere generazioni di grandi e bambini cantata da un superbo Gene Wilder.

Merenda di Babbo Natale!

Pubblicato da Piccini Picciò a 14:15
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
santa sandwich


(cutefoodforkids.com)

Sformato di tacchino e finocchi

Pubblicato da Piccini Picciò a 13:48
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Un'amica mi ha chiesto qualche ricetta per far mangiare un po' più di verdure alla sua bimba. Dunque aggiungo qualche suggerimento alla pagina delle "ricette" :-)
cose semplici ma gustose!

200 gr. di fesa di tacchino tritata
1 uovo
1 scorza di limone
200 gr. di finocchi
1 tazzina di latte
50 gr. di pane
20 gr. di parmigiano

In una terrina unire la carne di tacchino con l'uovo, la scorza di limone grattugiata, il parmigiano e il pane ammorbidito nel latte. Nel frattempo lessate i finocchi e, a cottura ultimata, scolarli, spezzettarli e unirli alla carne, mescolare bene e aggiungere poco sale. In una teglia da forno antiaderente versare il composto e mettere a cuocere in forno a 180°C per 15 minuti circa.
(paginebimbo.it)

martedì 28 dicembre 2010

Angioletto di Natale

Pubblicato da Piccini Picciò a 11:50
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Ecco per i bimbi un video su un angioletto in cima all'albero di Natale:

Angelo di Natale

lunedì 27 dicembre 2010

Biscotti di Natale: Stelline alla ricotta: versione corretta!

Pubblicato da Piccini Picciò a 11:44
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
La sera di Natale mi sono messa a fare i biscotti per le nipotine. Dal momento che Benedetta è allergica alle uova, ho preparato quelli alla ricotta del post di qualche giorno fa. Ma mi sono accorta che non era indicato lo zucchero. Perciò ho corretto la ricetta aggiungendone ma senza esagerare.
Ecco dunque la versione riveduta e corretta (per sicurezza ho corretto anche l'altro post!)

Ingredienti per biscotti alla ricotta 
  • 300 g di farina
  • 300 g di ricotta
  • 200 g di zucchero
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 200 g d burro
  • Un pizzico di sale

Preparazione

Prendete una ciotola e mettete il burro fuso con la farina, lo zucchero e la ricotta, impastate bene e poi aggiungete il sale e il lievito, impastate ancora per distribuirli. Formate una palla e fatela riposare in frigorifero per 1 ora.
Infarinate una spianatoia e stendete la pasta con il mattarello, fate una sfoglia di circa mezzo centimetro e poi ritagliate tante stelle, all’interno intagliate un’altra stella di dimensioni più piccole, poi con le stelline piccole rimaste o le reimpastate o le cuocete insieme ad altri biscotti. Fate un buchetto e poi cuocete questi biscotti in forno caldo a 180°C per 20 minuti in forno preriscaldato.





venerdì 24 dicembre 2010

Merry Christmas!!!

Pubblicato da Piccini Picciò a 09:40
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post

giovedì 23 dicembre 2010

Pubblicato da Piccini Picciò a 12:27
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Brilla in cielo una stella
Con la coda lunga e bella.
Si ode dentro la capanna,
una dolce ninna-nanna.
C'è un bambino biondo, biondo
Col visetto tondo, tondo,
che riceve doni e fiori
dagli umili pastori.






mercoledì 22 dicembre 2010

BUON NATALE!!!!

Pubblicato da Piccini Picciò a 10:22
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post

martedì 21 dicembre 2010

Biscotti di Natale: Stelline alla ricotta

Pubblicato da Piccini Picciò a 13:32
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Ingredienti per le stelline alla ricotta (dosi per 4 persone)
  • 300 g di farina
  • 300 g di ricotta
  • 200 g di zucchero
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 200 g d burro
  • Un pizzico di sale

Preparazione

Prendete una ciotola e mettete il burro fuso con la farina, lo zucchero e la ricotta, impastate bene e poi aggiungete il sale e il lievito, impastate ancora per distribuirli. Formate una palla e fatela riposare in frigorifero per 1 ora.
Infarinate una spianatoia e stendete la pasta con il mattarello, fate una sfoglia di circa mezzo centimetro e poi ritagliate tante stelle, all’interno intagliate un’altra stella di dimensioni più piccole, poi con le stelline piccole rimaste o le reimpastate o le cuocete insieme ad altri biscotti. Fate un buchetto e poi cuocete questi biscotti in forno caldo a 180°C per 20 minuti in forno preriscaldato.

(pourfemme.it)

lunedì 20 dicembre 2010

BUON NATALE!

Pubblicato da Piccini Picciò a 18:34
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post

Ghirlanda di campanelli!

Pubblicato da Piccini Picciò a 10:24
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Ed ecco un tutorial per un simpatico festone utilizzabile per l'albero di Natale.
Veloce da realizzare ma di sicuro effetto!:-)

http://curbly.com/diy-maven/posts/9473-crocheted-jingle-bell-garland

domenica 19 dicembre 2010

La corona dell'Avvento

Pubblicato da Piccini Picciò a 10:23
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
La corona d'Avvento è una tradizione prenatalizia piuttosto recente. Le sue origini risalgono a poco più di cento anni fa.  Per l'iniziativa di un pastore evangelico di Hamburg, Johann Hinrich Wichern (1808 - 1881). Questi si occupava di bambini e ragazzi sfortunati, andandoli a prendere dalla strada, dove facevano l'elemosina per sopravvivere. Aveva costruito una grande casa, la "Rauhes Haus", dove dava loro accoglienza e dove veniva insegnata una professione, che, una volta cresciuti, avrebbe permesso loro di vivere dignitosamente. Cosi i ragazzi crescevano vivendo come in una grande famiglia ed imparando l'arte dei calzolai, imbianchini, sarti e giardinieri.

Alla Rauhes Haus ogni anno durante l'Avvento c'era una tradizione. Alla sera, i ragazzi si radunavano nella sala più grande intorno al pastore che raccontava loro dell'Avvento e del Natale. Cantavano tutti insieme canzoni natalizie ed ogni giorno veniva accesa una candela. Le candele venivano messe su un ruota di legno appesa ad un grande lampadario. La notte santa 24 candele brillavano illuminando tutta la sala. Dato che ai ragazzi questa ruota di legno con le candele piaceva moltissimo, decisero di addobbarla con rami di abete, simbolo della vita. 
Molte persone trovarono questa tradizione cosi bella che vollero avere anche nello loro case questa corona di luce, ma dato che ovviamente in un appartamento non c'era posto per una corona con 24 candele, ne venne creata una versione ridotta. Solo 4 candele, una per ogni domenica d'avvento. Questa tradizione si estese quindi in tutto il nord della della Germania, inizialmente nelle sole famiglie evangeliche. Nel 1925 la prima corona d'avvento entrò in una chiesa cattolica, a Köln. Dal 1930 anche a München. Da allora questa tradizione ha raggiunto ogni famiglia di lingua tedesca e troviamo queste bellissime corone ovunque. Nelle chiese, nelle scuole, in ogni casa. 
Tradizione vuole che ogni domenica sia accesa una candela. Che tutta la famiglia si raduni per cantare Lieder natalizi ed assaggiare i primi dolcetti d'Avvento ed un  buon te' profumato.
Ed assaporare la prima magia del Natale.


Curiosità:
La luce (le candele) è un simbolo di speranza, di difesa dal male, uno strumento per scacciare l'oscurità. I rami d'abete sono il simbolo della Vita.


La candela che viene accesa la terza domenica d'avvento ha un colore diverso. 
Di solito è il colore si trova in una gamma che va dal tenue lilla ad un rosa acceso.
Questo perchè la terza è la domenica della gioia. 


(ilnostronatale.altervista.org)

venerdì 17 dicembre 2010

Babbo Natale d'epoca

Pubblicato da Piccini Picciò a 17:48
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Babbo Natale com'era sulle cartoline vittoriane:


http://victorianvillager.bizland.com/santas/santagallery.html


Babbo Natale sulle cartoline vintage:


http://joyeusesfetes.altervista.org/claus/index.html

Aspettando Babbo Natale

Pubblicato da Piccini Picciò a 09:59
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Solitamente il Natale è una festività molto attesa e sentita e lo è in modo particolare per i più piccini, tanto che può essere considerata la festa per eccellenza dei bambini.
Ma i bambini come vivono l’attesa per il Natale e soprattutto per l’arrivo di Babbo Natale? Cosa rappresenta e che significato ha per loro questo personaggio, che porta i regali per i bambini di tutto il mondo?
Ad un certo punto della loro crescita, è necessario spiegare che Babbo Natale non esiste?
Queste sono tutte riflessioni che in questo periodo dell’anno molti genitori si trovano ad affrontare nel loro rapporto con il proprio figlio.
E’ molto importante non sottovalutare le emozioni e le curiosità dei bambini legate alla festività del Natale: così i momenti degli addobbi e soprattutto la costruzione del presepe, che i genitori possono condividere con i propri figli, forniscono degli spunti per raccontare e spiegare il significato, anche religioso, del Natale, facilitando così la comprensione e l’immaginazione da parte dei bambini per ciò che gli viene narrato.
L’attesa per l’arrivo di Babbo Natale è indubbiamente legata all’attesa per i regali: lo stato di euforia e di eccitazione per i doni nascono dal fatto che i bambini, nella loro crescita, hanno imparato che questo “nonno buono” ogni anno arriva puntuale al suo appuntamento con loro, senza deluderli mai...................
In tutto ciò, Babbo Natale rappresenta per loro la bontà: lui stesso è un personaggio buono ed amabile, che porta i regali ai bambini, che a loro volta sono stati bravi ed hanno avuto buoni risultati a scuola.
Molti genitori si domandano se c’è un’età specifica in cui è necessario svelare al proprio figlio il “segreto” di Babbo Natale. Forse potrebbe essere molto più utile lasciare che il bambino si viva questo sogno e questa fantasia finché è possibile, che solitamente permane fino all’inizio della scuola primaria, perché è molto importante per lui ritagliarsi degli spazi in cui poter fantasticare e sognare. Può accadere anche che il bambino abbia già compreso da solo la realtà e che continui comunque a far finta che Babbo Natale esista, proprio per seguitare a giocare con la propria fantasia............e spesso mamma e papà entrano in questo gioco, facendo capire al proprio figlio che sanno che lui ha compreso la realtà e che forse può essere ancora divertente continuare a giocare insieme con la fantasia di Babbo Natale......... Al contrario, se sono i bambini stessi a porre delle domande sulla sua reale esistenza, i genitori possono dare delle risposte che iniziano ad avvicinarsi alla realtà, come ad esempio il fatto che Babbo Natale si faccia aiutare dai genitori per comprare i regali a tutti i bambini...............
Tuttavia, è di fondamentale importanza che i genitori stessi accompagnino i propri figli nella comprensione di questa realtà, rispettando i loro tempi e le loro curiosità, senza imporre alcuna crescita ed alcuna verità.

Dott.ssa Vittoria Luciani
Psicologa
(paginebimbo.it)

giovedì 16 dicembre 2010

L'albero di Natale più bello

Pubblicato da Piccini Picciò a 18:03
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Natale si avvicina. 
Nonno Olaf oggi porterà i sui nipotini Olga e Erik nel paese degli gnomi per prendere l’abete che gli servirà per fare l’albero di natale nella loro casetta.
E’ una mattinata scura e la slitta è pesante, la strada scivolosa e bisogna essere prudenti. Ad un tratto nonno Olaf sente un leggero rumore provenire da sotto i rami degli alberi.
<< Sono gli gnomi!>> sussurra Olga. <<Buongiorno!>> dice allegro nonno Olaf ai piccoli abitanti della foresta.
Nonno Olaf ferma la slitta in una piccola radura: è la radura dei giovani abeti. E’ proprio là che nascono e crescono gli abeti.
Erik rimane incantato di fronte ad un piccolo, splendido abete, foltissimo di rami e di aghi.
<<Nonno, nonno! Esclama il bimbo. –Eccolo qui il nostro abete! Dai, nonno, taglialo e portiamolo via con noi!>>.
Il nonno alza l’ascia affilata pronta a colpire….
<<Santa polenta! Ma che succede?>> dice nonno Olaf. Uno gnomo è apparso all’improvviso, gettandosi sulla sua ascia per strappargliela di mano. Un altro si avventa addosso ai due bimbi….che cadono sulla neve. 
<<Non ti vergogni nonno Olaf?>> chiede uno dei due gnomi.
<<Vergognarmi? –risponde nonno Olaf- E di che cosa poi?>>
<<Non hai il diritto di tagliare questi alberi! Fai loro male, non lo sai?>>
<<Ehi, ma che succede?>> grida nonno Olaf.
Gli gnomi, ora numerosi, l’hanno agguantato tutti insieme, ed ecco che lo sollevano in alto, sempre più in alto, insieme con i due nipotini.
Ben presto i tre si ritrovano a sfiorare le cime degli alberi.
Erik ed Olga si stringono forte al nonno.
Nonno Olaf tace immediatamente nel vedersi arrivare davanti la regina degli gnomi. 
<<Desidero farti un regalo, mio caro amico – dice la regina. – Ecco, prendi questo abete e piantalo nel tuo giardino.>>
E’ un abete piccolo e fragile, tanto che nonno Olaf ha quasi paura di fargli male, a tenerlo fra le mani.
Nonno Olaf ha promesso agli gnomi che non oserà mai più tagliare neanche un solo abete, per tutto il resto della sua vita.
Olga stringe tra le mani il piccolo albero.
Arrivati a casa i due fratellini raccontano la loro incredibile avventura a mamma e papà. Olga inizia subito a piantare il piccolo abete in giardino.
<<Speriamo che cresca in fretta!>> dice.
Quella notte qualcosa di strano accade nel giardino. Tanti minuscoli gnomi danzano attorno al piccolo abete, cospargendolo di migliaia di stelline.
Dopo un po’ gli gnomi dicono felici: <<Ecco fatto!! Quanto è bello!!- Ora possiamo andare il nostro lavoro è terminato!>>
Come ogni mattina Erik pulisce i vetri appannati per guardare dalla finestra. Erik emette un grido di gioia nel vedere il miracolo che si è compiuto nella notte. Il piccolo abete è diventato alto e imponente, ed è cosparso di stelline luccicanti, è diventato l’albero di natale più bello del mondo!


(infanziaweb.it)

martedì 14 dicembre 2010

Pubblicato da Piccini Picciò a 18:46
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
finalmente anch'io ho i miei cristalli di neve che compaiono e svaniscono!!!:-)
belli vero?;-)


Stella di Natale

Pubblicato da Lele Nani Casi a 17:31
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post

Vi segnalo questo tutorial per realizzare in modo semplice una decorazione natalizia a forma di stella:


http://www.teteamodeler.com/activite/bricolage/noel/etoile1.asp#a

Etoile de Noël

lunedì 13 dicembre 2010

Renna di Babbo Natale!

Pubblicato da Piccini Picciò a 12:13
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Tutorial per una simpaticissima renna!:-)

http://www.youtube.com/watch?v=vK782beWDVo

sabato 11 dicembre 2010

E' Natale, giochi per tutti!

Pubblicato da Piccini Picciò a 10:57
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
E' Natale, giochi per tuttiLa vigilia di Natale si avvicina... nella loro bottega lontana gli elfi preparano in gran segreto i doni che Babbo Natale porterà con la slitta.Un libro da appendere per decorare la cameretta. Una storia meravigliosa da leggere e da guardare prima di addormentarsi.
ed. Gallucci

(libriperbambinieragazzi.it)

Creazioni natalizie per bambini con materiale riciclato

Pubblicato da Piccini Picciò a 10:52
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Creazioni natalizie per bambini con materiale riciclatoQuesto libro è una fonte ricchissima di idee e suggerimenti per creare nuove ed originali decorazioni natalizie con carta e materiale riciclato. Sicuramente avrete già a disposizione molti dei materiali richiesti, quindi potete radunare i bambini e mettervi subito al lavoro!
ed. Del Borgo


(libriperbambinieragazzi.it)

venerdì 10 dicembre 2010

AUGURI DI BUON NATALE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Pubblicato da Piccini Picciò a 11:57
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post

Quanto mi piacciono le canzoni di Natale!!!!!!!!!!!!:-)



http://www.youtube.com/watch?v=E05tSbxD7hI

The Night Before Christmas

Pubblicato da Piccini Picciò a 11:42
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post

Babbo Natale all'opera!!!


video classico!:-)



http://www.youtube.com/watch?v=IrbZS36pvRc



giovedì 9 dicembre 2010

tutto è bianco

Pubblicato da Piccini Picciò a 11:14
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Tutto è bianco, tutto è neve
e l'inverno è già qui.
Gli agnellini sono coperti 
di pelliccia che li scalda
Ma una donna in un capanna
scalda il suo bimbo
stringendolo al cuore.

(Canto tradizionale russo) 

martedì 7 dicembre 2010

Pubblicato da Piccini Picciò a 17:19
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post

 Piccoli elfi da stampare e vestire :-)


http://tpettit.best.vwh.net/dolls/pd_scans/elf_card/index.html


Il pettirosso e Gesù Bambino

Pubblicato da Piccini Picciò a 11:41
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Un piccolo uccellino marrone aveva fatto il nido a Betlemme nella stalla dove si era sistemata anche la Sacra famiglia.
Una notte, mentre la famiglia dormiva, notò che il fuoco si stava spegnendo.
Così volò giù verso le braci e ravvivò il fuoco sbattendo le ali per tutta la notte, per tenere al caldo Gesù bambino.
Al mattino, era stato premiato con un bel petto rosso brillante come simbolo del suo amore per il neonato Re.

lunedì 6 dicembre 2010

Filastrocca da mimare

Pubblicato da Piccini Picciò a 10:43
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Gesù Bambino, col tuo ditino
metti un fiore nel mio cuoricino,
il fiore azzurro della bontà
e benedici mamma e papà.
Pubblicato da Piccini Picciò a 10:42
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Auguri di Natale con presentazione fotografica di bambini e animali.


http://www.youtube.com/watch?v=25hBP9d19do

venerdì 3 dicembre 2010

Pubblicato da Piccini Picciò a 16:35
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post

 Ed ecco un simpatico pupazzo di neve fatto con piattini di plastica e carta colorata!:-)


vi consiglio un blog straordinario con mille idee:

giovedì 2 dicembre 2010

Dalla testa ai piedi

Pubblicato da Piccini Picciò a 14:00
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
di Eric Carle
ed. La Margherita, 2009

Ecco un bel libro per giocare con il corpo. Gli animali si presentano al bambino e gli mostrano cosa sanno fare. Ogni animale muove una parte del corpo. Il pinguino ad esempio gira la testa e chiede al bambino se ne è capace anche lui, e il bambino risponde: "Sì, lo so fare!". Gli animali muovono diverse le parti del corpo iniziando dalla testa e finendo con i piedi.E' un libro che permette gioco e movimento, con divertimento garantito per i piccolini. E' un libro che può continuare, basta aggiungere nuovi animali e nuovi movimenti.
da 2 anni

(natiperleggere)

Pan di zenzero al cioccolato!

Pubblicato da Piccini Picciò a 10:20
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Notoriamente golosa e appassionata di cioccolato non potevo non condividere questa ricetta!
vi avverto che è piuttosto dolce ma profumato e indicato per il periodo!:-)

Ingredienti:
125g farina
90g cioccolato fondente
zenzero
1c lievito
chiodi di garofano in polvere
200g zucchero di canna
125g burro
1,25dl melassa
1 uovo grande

Preriscaldare il forno. Rivestire con carta da forno una teglia quadrata da 20cm di lato.
Setacciare la farina con lo zenzero tritato, il lievito, i chiodi di garofano. Aggiungere lo zucchero di canna. 
In un pentolino sciogliere il burro in 1dl di acqua e incorporare alla miscela di ingredienti secchi.
Unire la melassa e l'uovo leggermente sbattuto.
Versare metà del composto nello stampo.
Versarvi sopra metà del cioccolato, che avrete prima fatto fondere e raffreddare leggermente.
Coprire con il  composto rimasto e ultimare col cioccolato fuso.
Cuocere per 30 minuti.

mercoledì 1 dicembre 2010

La cucina di Babbo Natale

Pubblicato da Piccini Picciò a 17:57
Reazioni: 
0 commenti Link a questo post
Nella casa di Babbo Natale c'e' 
una cucina davvero speciale 
con un camino dal grande fuoco 
governato dal folletto Mister Cuoco. 
Quando la festa si avvicina 
e' tutta una gran confusione in cucina 
perche' si preparano dolci a milioni 
da portare ai bimbi che son stati buoni!
C'e' chi prepara i panettoni 
e chi caramelle e torroni 
chi cioccolata fondente 
e pasticcini chi pandori 
e canditi sopraffini!
Quanti dolci a Natale mangiamo! 
Chissa' di chi e' la felice mano 
che tutti li ha cosi' ben preparati 
perche' siano da noi gustati? 
Che novita', dei folletti! 
Essi ne preparano a etti ed etti:
 torrone morbido e duro croccante, 
un panettone soffice e fragrante, 
dei frollini di zucchero imbiancati, 
canditi di frutta, dolcetti variegati.

Le fiabe dicono più che la verità.
E non solo perché raccontano che i draghi esistono,
ma perché affermano che si possono sconfiggere.

(G. K. Chesterton)
 

Piccini Picciò Template by Ipietoon Blogger Template | Gift Idea