venerdì 17 dicembre 2010

Aspettando Babbo Natale

Pubblicato da Piccini Picciò a 09:59
Reazioni: 
Solitamente il Natale è una festività molto attesa e sentita e lo è in modo particolare per i più piccini, tanto che può essere considerata la festa per eccellenza dei bambini.
Ma i bambini come vivono l’attesa per il Natale e soprattutto per l’arrivo di Babbo Natale? Cosa rappresenta e che significato ha per loro questo personaggio, che porta i regali per i bambini di tutto il mondo?
Ad un certo punto della loro crescita, è necessario spiegare che Babbo Natale non esiste?
Queste sono tutte riflessioni che in questo periodo dell’anno molti genitori si trovano ad affrontare nel loro rapporto con il proprio figlio.
E’ molto importante non sottovalutare le emozioni e le curiosità dei bambini legate alla festività del Natale: così i momenti degli addobbi e soprattutto la costruzione del presepe, che i genitori possono condividere con i propri figli, forniscono degli spunti per raccontare e spiegare il significato, anche religioso, del Natale, facilitando così la comprensione e l’immaginazione da parte dei bambini per ciò che gli viene narrato.
L’attesa per l’arrivo di Babbo Natale è indubbiamente legata all’attesa per i regali: lo stato di euforia e di eccitazione per i doni nascono dal fatto che i bambini, nella loro crescita, hanno imparato che questo “nonno buono” ogni anno arriva puntuale al suo appuntamento con loro, senza deluderli mai...................
In tutto ciò, Babbo Natale rappresenta per loro la bontà: lui stesso è un personaggio buono ed amabile, che porta i regali ai bambini, che a loro volta sono stati bravi ed hanno avuto buoni risultati a scuola.
Molti genitori si domandano se c’è un’età specifica in cui è necessario svelare al proprio figlio il “segreto” di Babbo Natale. Forse potrebbe essere molto più utile lasciare che il bambino si viva questo sogno e questa fantasia finché è possibile, che solitamente permane fino all’inizio della scuola primaria, perché è molto importante per lui ritagliarsi degli spazi in cui poter fantasticare e sognare. Può accadere anche che il bambino abbia già compreso da solo la realtà e che continui comunque a far finta che Babbo Natale esista, proprio per seguitare a giocare con la propria fantasia............e spesso mamma e papà entrano in questo gioco, facendo capire al proprio figlio che sanno che lui ha compreso la realtà e che forse può essere ancora divertente continuare a giocare insieme con la fantasia di Babbo Natale......... Al contrario, se sono i bambini stessi a porre delle domande sulla sua reale esistenza, i genitori possono dare delle risposte che iniziano ad avvicinarsi alla realtà, come ad esempio il fatto che Babbo Natale si faccia aiutare dai genitori per comprare i regali a tutti i bambini...............
Tuttavia, è di fondamentale importanza che i genitori stessi accompagnino i propri figli nella comprensione di questa realtà, rispettando i loro tempi e le loro curiosità, senza imporre alcuna crescita ed alcuna verità.

Dott.ssa Vittoria Luciani
Psicologa
(paginebimbo.it)

0 commenti:

Le fiabe dicono più che la verità.
E non solo perché raccontano che i draghi esistono,
ma perché affermano che si possono sconfiggere.

(G. K. Chesterton)
 

Piccini Picciò Template by Ipietoon Blogger Template | Gift Idea