martedì 22 febbraio 2011

La tribù dei nasi blu

Pubblicato da Piccini Picciò a 13:23
Reazioni: 
Ed ecco al pubblico una fiaba inedita creata da una bravissima giovane scrittrice, che ho l'onore di avere come amica!
fiaba scritta appositamente per il nido in famiglia Piccini Picciò!!!:-)


La tribù dei nasi blu


C’era un volta, e credo ci sia ancora, un paese lontano lontano e un po’ magico, chiamato Scozia. In Scozia il mare è verde, e le colline sono viola. Chissà, forse un giorno lo vedrai.
Nel paese magico di Scozia, in un villaggio vicino al mare, viveva un bambino di nome Charlie. Charlie amava molto il mare. Ogni giorno andava sulla spiaggia ad ascoltare i suoni del mondo attorno a sè. Ascoltava le onde, e il vento, e i gabbiani che volavano nel cielo nuvoloso...e ogni suono lo rendeva felice.
Il papà di Charlie suonava il violino, e a Charlie piaceva tanto ascoltarlo. Di tutti i suoni del mondo attorno a lui - il mare, il vento, i gabbiani – il suono del violino di suo papà era il suo preferito.
Charlie decise di imparare a suonare. Ogni giorno si esercitava, e sua mamma e suo papà erano molto orgogliosi.
Un giorno, i suoi vicini di casa, due bambini di nome Mary e Jamie, lo andarono a trovare.
Noi siamo della Tribù dei Nasi Rossi. I bambini che vivono al di là del fiume sono la Tribù dei Nasi Verdi. Non andiamo d’accordo. Loro sono antipatici e cattivi, noi siamo più forti e più veloci. Tu vivi da questa parte del fiume. Devi essere un Naso Rosso come noi.”
Charlie non era sicuro. Voleva che Mary e Jamie fossero suoi amici, e gli piaceva l’idea di essere un Naso Rosso, ma non voleva essere nemico di nessuno. Conosceva due bambini che vivevano al di là del fiume, Ellie e Gregor, ed erano molto simpatici.
Voglio essere vostro amico. Ma anche amico dei Nasi Verdi.”
Non si può. Devi scegliere.”
Perchè?”
Perchè è così”.
Charlie andò a trovare Ellie e Gregor, dall’altra parte del fiume.
Voglio essere vostro amico”.
Non puoi. Vivi al di là del fiume, sei un Naso Rosso, non un Naso Verde.”
Charlie si sentì triste. Non sapeva cosa fare.
Quella sera, mentre suo papà gli rimboccava le coperte, penso di chiedere consiglio.
Non scegliere né l’uno né l’altro. Crea la tua tribù.”
Charlie sorrise. Gli era venuta una bellissima idea.
Quella domenica, Charlie andò al parcogiochi con il suo violino, assieme a sua mamma e a suo papà. Charlie e suo papà si misero a suonare, un suono così bello e dolce che i bambini di tutto il paese vennero ad ascoltarlo.
Charlie, sei bravissimo! Vieni nella nostra tribù!” disse Mary.
No, non sarò un Naso Rosso.”
Vieni nella nostra! E’ vero che vivi al di là del fiume, ma sei così bravo! Diventa un Naso Verde!” disse Gregor.
No, non sarò un Naso Verde.”
Se non sarai un Naso Verde né un Naso Rosso, cosa sarai?”
Me stesso. Un Naso Blu.” Disse Charlie, sorridendo.
Anche noi, anche noi!” dissero all’unisono i bambini del paese.
Ma i Nasi Blu sono al di qua o al di là del fiume?” chiese Ellie.
I Nasi Blu sono tutti coloro che lo desiderano. Sono tutti i nostri amici!”.
Quella sera, nel villaggio, ci fu una grande festa. E tutti erano invitati, al di qua e al di là del fiume. Charlie suonò il suo violino, e cantarono e ballarono finchè fu ora di andare a dormire.

Daniela Sacerdoti, Glasgow, Febbraio 2011. 

Vi consiglio dunque i suoi blogs:
e
inoltre vi segnalo la sua nuova iniziativa: "Una storia per te": favole, racconti, romanzi scritti in esclusiva per voi!!!

0 commenti:

Le fiabe dicono più che la verità.
E non solo perché raccontano che i draghi esistono,
ma perché affermano che si possono sconfiggere.

(G. K. Chesterton)
 

Piccini Picciò Template by Ipietoon Blogger Template | Gift Idea